Ricordati di vivere. L’esercizio filosofico del tempo presente nella filosofia

Filosofia sui navigli è una iniziativa in corso da anni a milano che ha lo scopo di far confrontare le persone su argomenti cari alla filosofia stessa. Gli incontri prendono spunto dal Cafè Philo di Marc Sautet. Sono stata invitata a parlare dell'esercizio filosofico della morte e come sempre mi sono ritrovata a parlare di vita. Guarda il video

Non siamo immortali

Non c’è bisogno forse di scomodare Confucio per poterci dire che la vita che abbiamo è una e che l’unico modo di cui disponiamo per ricordarcene, almeno ogni tanto, è pensare alla morte. E quand’anche credessimo nella reincarnazione la vita che ci è data da vivere, ora, è questa. Non siamo immortali. Perciò […] ti raccomando, caro amico, secondo il tuo modo, Memento vivere, non altro (Goethe) Leggi l'articolo

Apre il Death Cafè filosofico

Giovedì 10 novembre ha preso il via il DEATH CAFE' a MERATE, e dopo esserci visti anche a gennaio, ci vediamo il 16 Marzo e il 20 Aprile. La libreria La Cicala ospiterà questa iniziativa culturale cui tengo molto: parleremo di ciò che conta nella vita, senza tacere a morte come orizzonte, e berremo un caffè o una tisana insieme. Andrea Millul e gli psicologi Marco Marchetti e Simona Trigiani, insieme a me, aiuteranno i presenti a riflettere sui temi che essi stessi proporranno. Vi aspetto. Intanto.... leggete altro

La felicità dipende da noi!

Secondo Epitteto essere più o meno felici dipende da noi almeno in parte e ce lo spiega bene nel suo Manuale (di cui ho curato l'introduzione per l'edizione 2017 della casa editrice Mursia). I principi fondamentali della filosofia stoica possono servire nella vita di ogni giorno. Ne parliamo alla serata che si terrà martedì 16 maggio presso la libreria "La Cicala" alle ore 21. Ingresso libero e gratuito. Dettagli sul sito

Se vuoi vivere, impara a morire

Perché è importante diventare consapevoli del fatto che un giorno non ci saremo più? Perché è l’unico modo per vivere in maniera vera e intensa il tempo che abbiamo, le relazioni che viviamo, è il modo per radicarsi senza pensare sempre che la felicità, il destino o quello che vogliamo essere si manifesterà in un futuro indefinito. Aiuta a vivere il tempo presente, a rendersi conto che ogni momento è speciale, unico e irripetibile, altrimenti viviamo come eterni e questo non ci permette di esistere appieno. Leggi altro

Per sempre felici e contenti? sentite cosa mi ha detto Alain De Botton

"…e vissero per sempre felici e contenti” . O forse no? È stato dimostrato da Shrek e Fiona che quel finale può solo essere il frutto di una pozione magica, che non esiste, ma di cui siamo alla ricerca come di un Santo Graal fin da piccoli, perché le fiabe spesso finiscono così, e ci piace crederci. Alain de Botton autore de Il corso dell’amore (Guanda 2016) qui ce lo dice molto bene: in amore come nelle cose della vita, ci riempiono la testa di bugie. Leggi tutto

Mondi paralleli

Quello che noi domandiamo per vivere qui, dipende da scelte di tempo. Seguite il Carpe diem Oraziano, l'amor fati di Nieztsche o vi siete tatuati YOLO (you only live once) addosso... seguiamo molte filosofie per cercare di non avere rimpianti ma una cosa è certa: ogni scelta impone una rinuncia e questo ci pesa. Allora viviamo in mondi paralleli, dove tutto è possibile, e questo ci rende infelici. Leggi altro