Ricominciare e cambiare. Parole semplici per esperienze complesse

Quando assisto a un momento in cui qualcuno racconta un momento di intuizione che l’ha portato a cambiare qualcosa della sua vita che pesava e opprimeva o quando vedo qualcuno che si occupa di una persona che vuole ricominciare a vivere e a vivere meglio ma da sola non ce la fa provo sempre grande commozione.
Ho visto persone ricominciare e risollevarsi dopo aver sofferto dolore indescrivibile che pareva li avessero lasciati senza speranza e senza energia. Ma “persino il dolore più atroce, si addomestica!” (Carmen Consoli)
Cambiare e ricominciare, lasciar andare il passato è sempre difficile ma è altrettanto necessario. E se hai qualcuno che crede in te e ti aiuta a farlo o ti sta vicino, è più semplice. E chi ti sta vicino assiste a uno dei più grandi e meravigliosi eventi che ci rendono umani: rimettersi al mondo.
Per necessità, per desiderio, per smettere di soffrire, per cambiamenti legati all’età. Per restare vivi e non trascinarci anestetizzati nell’esistenza, che intanto passa.

Ascolta  l’audio di momento dell’academy sulla Rinascita che ho tenuto al Tempo delle Donne del Corriere della Sera 2018