Parlare di malattia e morte con i bambini. Un compito importantissimo e delicato

Spesso quando un genitore, un nonno, un famigliare o un insegnante si ammala o, peggio, muore, non sappiamo come comportarci con i bambini e cosa dire loro.
Cerchiamo di evitargli il dolore… ma così li lasciamo soli e smarriti a sentire emozioni forti che non riconoscono e per le quali non hanno qualcuno vicino: per parlare, per piangere, per essere rassicurati che tutto questo dolore non distruggerà l’intero loro mondo.
E anche se sembra impossibile, quella sofferenza a volte atroce, passerà. Ma non sarà così se saranno soli e smarriti. Il rischio è che la congelino, la evitino quella sofferenza che brucia e poi salti fuori anni dopo. Creando il caos!
Perchè non te l’aspetti più e perchè salta fuori in forma di paura, panico o in modi che spesso fatichi a riconoscere come sofferenza antica che si manifesta.

Ascolta la traccia audio di una parte della formazione tenuta ad insegnanti della scuola dell’infanzia e della scuola primaria su questo tema.