Da dove vengo? Provate a fare questo esercizio di scrittura

Presentarsi è sempre complesso. Abbiamo scelto di farlo per il nostro “blog” di amiche 50 enni facendo insieme, tra sorrisi e commozione, un esercizio di scrittura, che ci regalasse il tempo del ricordo, del recupero delle radici, del piacere di scoprire oggi e ancora chi siamo, come siamo diventate chi siamo oggi, regalandoci anche un momento di commemorazione per chi non c’è più e gratitudine per la vita che abbiamo avuto.

Siamo corpo, storie, relazioni, incontri, luoghi e tempo. Provate a fare questo esercizio da sole o in compagnia. Merita.

Vengo da… tanti nomi: madre, moglie, figlia, sorella, zia, amica…a tutti rispondo…come “donna” mi vivo
Vengo da… una grande casa costruita su un sogno: condividere con gli amici l’ordinario e il quotidiano
Vengo da … tanti altri sogni… alcuni realizzati, altri dimenticati, o un po’ traditi…altri… ancora sognati
Vengo da … una storia d’amore lunga 50 anni, che ne ha generata un’altra e incrociate tante; quello che sono ora è il racconto di tutte

Costanza 

Vengo dall’odore di vernice dell’officina di mio padre, dove si appassionava a miscelare i pochi colori di un tempo per crearne di nuovi.
Vengo dalla passione di unire suoni e armonie attraverso il soffio del mantice della fisarmonica.
Vengo dall’odore di trementina per diluire polveri colorate, pronte a dar vita a paesaggi interiori sulla splendente porcellana.
Vengo da Psiche e da Sophia, ritrovate nella nuova creazione unificante dell’Analisi Filosofica.
Vengo dal tenere insieme pezzi di vite fragili e inceppate.
Vengo dall’intento di riafferrare fili di biografie arruffate dal gioco del gatto dell’esistenza.
Vengo dall’appassionante ricerca di sé attraverso i simboli dei Tarocchi, specchi di misteriosi frammenti sconosciuti di noi stessi.
Vengo dal seguire l’odore di quegli incontri con i viandanti della terra, tutti in qualche modo alla ricerca del proprio spirito.
Vengo dalla passione per quell’officina che è la vita.

Cristina Trabucchi

Vengo da
Anni che passano veloci,
ricchi e incalzanti
fino ai temuti cinquanta
Vengo da
Occhi posati amorevolmente su di me
Che mi scaldano e mi accompagnano
Vengo da
maternità realizzata in due splendide figlie adolescenti che amo
e che imparo con fatica a lasciare andare
Vengo da
Desiderio di viaggiare, conoscere
e vivere ogni attimo di questa preziosa vita,
Vengo da
Volontà di inventare nuove possibilità
non solo confinata in ruoli, doveri e aspettative,
con gratitudine

Tiziana

Vengo da …
Vengo da un lungo ascolto di storie e parole che si sono fatte gravidanza e che chiedono di venire alla luce
Vengo da spazi sempre troppo angusti per bastarmi e occasioni troppo belle per non essere accolte
Vengo da inquietudini che si fanno passioni, domande e visioni che diventano mestieri
Vengo dalla curiosità, dagli incontri, dalle lacrime e dalle risa che modellano e nutrono
Vengo da molti luoghi e molte persone, cui sono grata e debitrice, nel bene e nel male
Vengo da prezzi che si pagano e rischi che si corrono ma che pago e corro volentieri se ne vale la pena per vivere davvero

Laura Campanello

Vengo dal mio corpo che è felice solo se libero
Vengo dalla solitudine che cerco e non temo.
Vengo da una finestra accesa nella notte.
Vengo dalla luce di una spiaggia sconfinata e lontana.

Maddalena.
Scrivo qui perché mi piacciono i discorsi e pensare a voce bassa.

E questo è il sito dove farlo, tra amiche, con cura e leggerezza, con piacere, con rispetto.